L’ignoranza divide, il sapere unisce – Gianfranco Ravasi

ravasi.jpgEsiste un solo bene, la conoscenza, e un solo male, l’ignoranza. La conoscenza conduce all’unità, come l’ignoranza conduce alla diversità. Due aforismi, oggi, per un unico tema, la conoscenza.

Partiamo dalla prima frase: è la voce di Socrate così come ce la tramanda lo scrittore greco del III sec. a.C. Diogene Laerzio nelle sue Vite dei filosofi. Bisogna, però, intenderci: il “conoscere” a cui rimanda Socrate non è un semplice sapere ma è la sapienza, il riflettere, il giudicare. E non c’è bisogno di dire quanto questa realtà  sia carente ai nostri giorni nei quali impera la superficialità, la battuta, l’imbonimento televisivo.

È su questa considerazione di base che possiamo appoggiare la seconda citazione, desunta dall’Insegnamento di un personaggio della spiritualità indiana, Shri Ramakrishna (1836-1886), attento anche alla religiosità cristiana e musulmana, con qualche rischio di sincretismo. Egli, comunque, ha ragione: la violenza del fondamentalismo si nutre di ignoranza, come lo è la reazione becera di ceti europei all’altro, al diverso, allo straniero.

L’ignoranza crea paure anche dove c’è normalità; isola, condanna tutto ciò che è esterno al proprio perimetro. La conoscenza autentica, invece, scopre i valori comuni e riesce a far convivere in armonia le differenze, come accade in un contrappunto musicale. Perciò, bisogna istruire gli altri e istruire noi stessi, non con un’informazione banale ma con una formazione seria. E questa sarà non l’unica ma una sicura via di pace.

(G. Ravasi)

Dello stesso autore:

San Tommaso – Elogio del Dubbio

L’ignoranza divide, il sapere unisce – Gianfranco Ravasiultima modifica: 2010-07-25T21:37:00+02:00da kattolika177
Reposta per primo quest’articolo