Enzo Bianchi – Cosa è il tempo?

Di che cosa parliamo quando parliamo del tempo? Scriveva sant’Agostino, la cui riflessione sul tempo ha segnato profondamente tutta la cultura occidentale: “Che cos’è il tempo? Chi saprebbe formarsene anche solo il concetto nella mente per poi esprimerlo a parole? Eppure questa parola così familiare e nota del tempo, ritorna sempre nelle nostre conversazioni. Che cosa è dunque il tempo? Se nessuno mi interroga lo sò, se voglio spiegarlo a chi mi interroga non lo sò”!

Noi ci occupiamo del concetto di tempo, del rapporto che abbiamo con esso, ci poniamo sul piano esistenziale e spirituale. Ciascuno di noi ha un modo particolare suo di rapportarsi al tempo, un modo che è il risultato delle esperienze accumulate nella sua vita. Nel modo di vivere il tempo si riflettono le paure che ci abitano, le insicurezze, le immaturità. La persona precipitosa mossa da fretta; la persona che non sa dare del tempo alla riflessione, al pensare, al progettare, dunque la persona agitata, frenetica, attivista. Oppure la persona calma, che avendo profondità in sè, radici in sè, sà integrare il tempo nella propria interiorità e arriva a determinare il tempo, a creare eventi ed incontri, a plasmare storia. O la persona lenta, frenata, indecisa, che perde tempo. Persone che sanno cogliere il tempo sul lungo periodo per sè e per gli altri, persone che colgono solo il momentaneto, persone cioè che hanno una percezione ridotta del campo temporale.

Potremmo continuare all’inifinito. Sono dunque comprensibili i problemi che nascono dalla convivenza di persone che hanno diversità di percezione del tempo e di rapporto al tempo: alla differenza fondamentale “uomo – donna”, che avendo due strutture corporee differenti biologicamente, hanno anche modalità diverse di sentire il tempo, si deve anche aggiungere l’inifinità gamma delle nostre storie personali che hanno plasmato delle temporalità particolari, degli esseri segnati e perciò con atteggiamenti diversi nei confronti del tempo. Vi è dunque una dimensione di relatività del tempo: il tempo è rapido a fuggire quando siamo felici; la noia è l’acuta consapevolezza di un tempo vuoto che non porta novità.

Enzo Bianchi – Cosa è il tempo?ultima modifica: 2010-08-12T00:05:00+02:00da kattolika177
Reposta per primo quest’articolo