Nuova ipotesi sulla data di nascita di Gesù

giotto-natale.jpgLa data precisa non la sappiamo, ma il giorno della settimana sì: era giovedì. Questa per lo meno è la nuova ipotesi avanzata da un ricercatore e storico, che ha esaminato la difficile vicenda della data del Natale.

 

 

 

 

 

Gianantonio Borgonovo – presbitero e professore milanese molto esperto di Bibbia – ha esaminato attentamente tutti i dati ed è giunto a una conclusione che, in base a complessi calcoli, ritiene probabile: Gesù sarebbe nato esattamente tra le ore 18 del 5 gennaio del 5 a.C. e le 6 del pomeriggio del giorno seguente; che era appunto un giovedì.

Come fa lo studioso a essere così sicuro? La sua ricerca parte dall’antica data del Natale, che nei primissimi secoli cristiani si celebrava il 6 gennaio del calendario latino, mentre secondo il calcolo ebraico del tempo cadeva il 25 del mese di Tevet; ma tra il 10 avanti Cristo e il 10 dopo Cristo solo un anno vede coincidere la data latina del 6 gennaio con quella del 25 Tevet ebraico: appunto il 5 avanti Cristo. E la data viene confermata da un altro fatto, questa volta dedotto dal Vangelo: Gesù è nato sotto il regno di Erode il Grande, il quale è morto poco prima della Pasqua del 4 a.C.

Ma come è possibile che Gesù Cristo sia nato… prima di Cristo? In effetti la cosa dev’essere spiegata, perché è figlia di un errore. Uno sbaglio compiuto da un certo Dionigi il Piccolo, un monaco che nel VI secolo – in base a difficilissimi calcoli – aveva messo le date a tutti gli eventi del mondo; e qual era il fatto più importante di ogni altro? Evidentemente la nascita di Gesù.

Dunque Dionigi stabilì che quello doveva essere l’anno 0, il momento in cui il tempo si spaccava quasi a metà. Solo che, nonostante fosse colto e scrupoloso, il monaco commise un errore, collocando la venuta al mondo del Bambino di Betlemme nel 753 dopo la fondazione di Roma, invece di 4 o addirittura 6 anni prima; infatti il censimento di cui parlano i Vangeli, a causa del quale Maria e Giuseppe avevano lasciato Nazareth per andare a Gerusalemme a farsi registrare, sarebbe avvenuto proprio nell’anno 6 a.C.

stella-cometa-natale.jpgPer dire la verità (e per complicare ancora le cose) di recente qualcuno ha rivalutato i conti del vecchio Dionigi, mentre qualche astronomo ha fatto notare che una luminosa congiunzione di pianeti – molto simile quindi alla stella cometa dei Magi – avvenne nel 7 a.C.

Insomma, datare con precisione la data di nascita di Gesù Cristo non è un’impresa facile. Infatti pare che il 25 dicembre sia stato scelto come giorno di Natale solo all’inizio del IV secolo, per sostituire la festa pagana del «Sole vittorioso» che i romani celebravano proprio nei giorni più corti dell’anno, quelli del solstizio invernale; in quel periodo l’antica tradizione contadina festeggiava il momento in cui il Sole – indispensabile protagonista dell’agricoltura – cominciava ad allungare di nuovo le giornate, vincendo sul freddo dell’inverno.

E che cosa c’era di più adatto che sostituire questa celebrazione di speranza con la nascita di Gesù, nuovo sole che fa spuntare sul mondo una primavera di salvezza? È chiaro che si tratta però di una data simbolica: all’epoca di Cristo, infatti, non c’era l’abitudine di ricordare il giorno di nascita nemmeno degli uomini importanti. Così nei primi tre secoli cristiani il Natale venne celebrato in date molto differenti dall’attuale: per esempio in Oriente il 6 gennaio, ma anche il 28 marzo o il 25 aprile, in Palestina e in Egitto addirittura il 20 maggio.

La recente scoperta di un antichissimo calendario a Qumran – una grotta vicina al Mar Morto che ci ha conservato molti documenti dell’epoca di Gesù – sembra però rimettere tutto in gioco: facendo dei calcoli a partire da quel testo, infatti, qualche esperto ritiene che la data del 25 dicembre non sia poi così inventata, anzi sia piuttosto credibile… Almeno per ora, dunque, teniamoci il «nostro» Natale!

Leggi:

Tutti gli articoli in Gesù Cristo

Tutti gli articoli in Sacra Scrittura

Tutti gli articoli in Fede e Ragione

Tutti gli articoli in Senso della Vita

Nuova ipotesi sulla data di nascita di Gesùultima modifica: 2012-02-15T16:13:00+01:00da kattolika177
Reposta per primo quest’articolo