Bibbia: Parola da raccontare

La situazione è drammatica. Il libro più pubblicato e più tradotto del mondo è probabilmente il meno letto. È facile, oggi, nascere, vivere e morire senza averne letta neppure una riga. Ma la Bibbia è un libro che sì legge con le orecchie. «La Bibbia è un libro fatto di molti libri e in ciascuno di essi ci sono molte … Continua a leggere

La preghiera nient’altro è che l’unione con Dio – Giovanni Maria Vianney (Curato D’Ars)

Fate bene attenzione, miei figliuoli: il tesoro del cristiano non è sulla terra, ma in cielo. Il nostro pensiero perciò deve volgersi dov’è il nostro tesoro. Questo è il bel compito dell’uomo: pregare ed amare. Se voi pregate ed amate, ecco, questa è la felicità dell’uomo sulla terra. La preghiera nient’altro è che l’unione con Dio. Quando qualcuno ha il … Continua a leggere

Ma che cosa è veramente l’Annuncio? E quali sono le promesse di Dio?

L’annuncio neotestamentario della morte e risurrezione di Gesù è certamente il centro ed il cuore della fede cristiana. E anche il perno su cui ruota la pastorale di evangelizzazione neotestamentaria. Dunque esso costituisce la categoria teologico-pastorale fondamentale sia della fede, sia della pastorale cristiana. Sollecitati da questa consapevolezza, ci è sembrato utile, non solo per gli addetti ai lavori, ma per … Continua a leggere

Il percorso e il discorso – Gianfranco Ravasi

«Si deve conoscere la meta prima del percorso. Chi non ha uno scopo non prova quasi mai diletto in nessuna operazione. Incrociamo tra loro due voci, identiche per tema e per epoca storica, anche se di lingua differente». La prima frase che proponiamo appartiene a uno scrittore tedesco che aveva assunto uno pseudonimo francese, Jean Paul (1763-1825). Egli traccia simbolicamente … Continua a leggere

Cosa viene dopo – Qualche riflessione sul Purgatorio

Il “purgatorio”: inferno “temporaneo” o trasformazione ad opera dell’amore purificante di Dio? Il tema del “purgatorio” (purificazione) ha influenzato in maniera straordinariamente forte la pietà popolare cristiana a partire dall’alto Medioevo fino ai nostri giorni, e ciò sia per quanto riguarda la sua giustificata partecipazione alla sorte dei defunti (le cosiddette “povere anime”) e sia anche per quanto riguarda la … Continua a leggere

Didachè – Terza Parte – Capitoli XI-XVI

CAPITOLO XI Veri e falsi profeti. Se qualcuno dunque, venendo tra voi, vi insegnerà tutto questo che è stato detto sopra, accoglietelo.  Ma se colui, maestro pervertito, vi dà un altro insegnamento per distruggere questo, non ascoltatelo; se qualcuno vi ammaestra per fondare la giustizia e la conoscenza del Signore, accoglietelo come il Signore. Per quanto riguarda poi gli apostoli … Continua a leggere

Didachè – Seconda Parte – Capitoli VII-X

CAPITOLO VII L’amministrazione del battesimo. Per quanto riguarda il battesimo, battezzate così: dette prima tutte queste cose, immergete nel nome del Padre del Figlio e dello Spirito Santo in acqua viva. Se non hai acqua viva immergi in altra acqua; se non puoi in acqua fredda immergi in acqua calda. Se non hai abbastanza dell’una e dell’altra, spargi sul capo … Continua a leggere

Didachè – Prima Parte – Capitoli I-VI

La Didaché è uno scritto antichissimo: è stata scritta verso il 50 dopo Cristo, quasi in contemporanea con i Vangeli di Matteo, Marco e Luca, certamente da qualcuno che aveva seguito le predicazioni di Gesù Cristo. E’ una sorta di compendio dei precetti insegnati da Cristo e contiene in sintesi tutti i principi trasmessi dall’Antico Testamento e dal Nuovo Testamento. … Continua a leggere